[REVIEW] OLIOSETA Oro del Marocco Elisir di Luce per capelli


Indovinate un po'? Esatto! Minaccia pioggia anche oggi, e io devo andare dall'amministratore. O gioia, o gaudio, o giubilo!

 Siamo giunte alla fine di queste mie review sui prodotti OLIOSETA (qui e qui.). L'ultimo prodotto è un olio per capelli che si spruzza direttamente sulle punte per proteggere la chioma ed evitare cariche elettrostatiche. Avete presente quando spazzolate talmente tanto i capelli che si alzano da soli e voi girate che nemmeno la mamma coi capelli come Mina? Ecco.



In pratica, a cosa serve? Illumina i capelli, senza appesantirli come fanno le lacche. Elimina l'effetto crespo, lasciando i capelli più docili al pettine. Riduce l'effetto gonfio (à la Mina), che spesso ci ritroviamo dopo il brushing.
Si usa spruzzandolo su punte e lunghezze dopo lo styling, ad una distanza di 25 cm. Non risciacquare.
Sulla confezione è indicato un uso più professionale del prodotto, ossia spruzzandolo sulla spazzola che si andrà ad usare per il brushing, così da ridurre l'effetto crespo e l'accumulo di cariche elettrostatiche.
Personalmente, io preferisco spruzzarne una piccola quantità sulle dita e passarle tra i capelli (solo sulle punteeeeee!!!) prima di cimentarmi con l'asciugatura. Perché, a chioma asciutta, tende ad essere un po' troppo unticcio per i miei capelli, e tempo due giorni li devo rilavare. E anche perché, pur avendo fatto da shampista per un'estate, io e la messa in piega siamo come le rette parallele: corriamo vicine senza il pericolo di incontrarci mai. Neppure per sbaglio. Nemmeno per un caffè. Tz!









È molto comodo l'erogatore spray (una volta mi regalarono l'olio di semi di lino da erboristeria SENZA spray. Il delirio.), un po' meno la bottiglia, che è di vetro. Scordatevi, quindi, di portarvela in piscina/palestra.
Passiamo all'INCI, che è meno gentile di quello dei suoi due fratelli:
Cyclopentasiloxane, Dimethicone, Cyclohexasiloxane, Decyl Olivate, Argania Spinosa Oil/Argania Spinosa Kernel Oil, Linum Usitatissimum Oil/ Linus Usitatissimum (Linseed) Seed Oil, Ethylhexyl Dimethyl PABA, Hexyl Cinnamal, Benzyl Salicylate, Linalool, Capsanthin/Capsorubin (Capsicum Annuum Exctract), Zea Mays Germ Oil/Zea Mays (Corn) Germ Oil, Parfum/Fragrance

Ora, il fatto che il secondo ingrediente sulla lista sia un derivato del silicone (atossico, per carità), non piacerà alle amanti dell'INCI. Neppure a me fa piacere che un derivato sintetico sia prima sulla lista di quelli che dovrebbero essere i principi del prodotto (Olio di Argan e Olio di Semi di Lino). Non mi sono trovata male, capiamoci, ma mi fa storcere il nasino la lista degli ingredienti per una mera questione di posizione. Avrei preferito che il dimeticone si trovasse più in basso, a metà strada, come negli altri prodotti. Amen.
Finito questo (che comunque è un bel boccino, eh. Mi è arrivato a Luglio dell'anno scorso e sono ancora a metà) penso di provare l'olio di semi di lino vero e proprio. E magari sceglierne uno con il dosatore spray.


In chiusura, questo è forse l'unico prodotto della linea che sono tentata di sostituire con qualcos'altro di meno grasso, anche se temo che sia davvero difficile trovare dei prodotti per lo styling che non contengano siliconi. Anzi, se ne conoscete un paio, datemi una voce!


 Acque pacate e dolci risate finché non ci rincontreremo

0 commenti:

Post a Comment

Your comments feed my blog. Don't be shy!

 

My Lovely Followers

Follow Me by Email

Google+ Badge

All Around The World