[Giardino d'Inverno]#5 Klimt's flowers



Ed eccoci di nuovo a Venerdì.
Com'è andata questa settimana, ragazze?
Qui con tutta la pioggia che è scesa c'è stato un momento in cui ho seriamente creduto che mi spuntassero le pinne, ma siccome non sono fortunata, mi sarei trasformata in un merluzzo, invece che in una sirenetta!


Il tema della nail art di oggi è Klimt, scelto da Rebenice. E non poteva essere altrimenti, visto che oggi è l'anniversario della morte del grande pittore. A Klimt preferisco le volute di Mucha, sono sincera, ma la foglia d'oro di Klimt è qualcosa di assolutamente divino. Ed erano di Klimt i dipinti in copertina sui romanzi brevi di Hesse che acquistavo da ragazzina (nella collana 100 pagine 1000 lire della Newton Compton).
Purtroppo, non sono riuscita a realizzare una nail art vera e propria per oggi. Il tempo piovoso degli ultimi giorni mi ha messo i bastoni tra le ruote, e se ci mettete che mi sto addentrando nel fantafabuloso mondo del Lievito Madre (mi si è spalancato un universo! Mica conoscevo il verbo pirlare! Quante cose che s'imparano!), capirete che le nail art durano da Natale a Santo Stefano. A volte anche meno.
Così, per rimediare, vi mostro due smalti due al prezzo di uno.
Contente?



Oggi sono andata di stamping, puro e semplice. Volevo fare qualcosa di più elaborato, ma, come detto sopra, non ho avuto né modo, né tempo. Ricordavo di avere una plate con motivi floreali (quella allegata al set per lo stamping di essence), così ho steso la mia base, Orly Solid Gold, uno smalto dal finish suede di qualche collezione fa. Che Klimt sarebbe senza l'oro?
Ho lasciato che asciugasse completamente (ci mette pochissimo) e poi ho preso l'argento definitivo, China Glaze Millennium. Ammetto che ci è voluto un pochino per riprendere la mano con lo stamping, ed ho dovuto agitare per bene la boccetta a testa all'ingiù per un paio di minuti.





Non mi sono ispirata a nessuna opera di Klimt in generale (se proprio dovessi sceglierne una, sarebbe Nuda Veritas, non foss'altro che per la frase di Schiller) ho solo scelto l'oro e un fiore riccioluto. Ora, non so quanto durerà questa nail art sulle mie dita, ma va bene così. Alla fine lo stamping è divertente. È quasi una pratica zen, vero? Basta solo fare esercizio e pratica, pratica, pratica. E trovare lo smalto giusto, ovvio. China Glaze Millennium è perfetto, e infatti è uno dei pochi smalti utilizzato per un terzo. Un motivo ci sarà, no?




E anche per oggi è tutto. Io vi consiglio di dare un'occhiata alle scelte delle mie compagne d'avventura, che oggi mi hanno lasciato a bocca aperta. Buon fine settimana!

Acque pacate e dolci risate finché non ci rincontreremo

 

My Lovely Followers

Follow Me by Email

Google+ Badge

All Around The World