[The Rainbow Ladies 2.0] BROWN OPI Warm&Fozzie


Sicché, codesto venerdì siamo arrivate al colore che più detesto sulle mie unghie. Non il viola, come penserete, ma il marrone. Che come colore in sé, mi piace. Molto. Lo trovo rassicurante, richiama la terra e il tronco degli alberi, è riposante per gli occhi, ed è molto elegante. Peccato che proprio non sappia vedermelo addosso (e che, nonostante questo piccolo particolare, io ne abbia una quantità in-de-cen-te.). Così ne ho scelto uno glitter. Tanto per farmi male. Sennò non c'era abbastanza dolore. E che, scherziamo?

Warm&Fozzie esce fuori dalla collezione OPI Muppet della fine del 2011. Se non si fosse capito, è dedicato al personaggio di Fozzie, l'orso col cappello che raccontava barzellette, e il colore richiama proprio quello della pelliccia degli orsi di peluche.
Qui a Roma non è arrivato, non so perché. Non l'ho trovato né da Sephora, né dalla mia manicurista, che ha ancora magna cum copia i glitter della collezione. Per fortuna, sul mio cammino è apparsa la mia amichetta canterina Juno, che me l'ha procurato. Grazie ancora, caVa.


Ecco Fozzie. Il fiocco col foulard a fiori lilla l'avevo rimosso...

Warm&Fozzie è un marrone con glitter marrone scuro, verde e rosa. Si può notare un fiiiilo di duochrome in questo signorino, ma niente di esaltante. Si vira verso un verde chiaro, agli angoli. La componente rosata (anche se sarebbe più corretto definirla magenta) esplode al sole, scaldando il colore di base. Va da sé che è una tinta più autunnale che primaverile, e che fa la sua straporca figura quando le foglie costituiscono un tappeto di ruggine e oro. Sì, sono una creatura autunnale, pure se sono nata in estate. Problemi?










La formula è un pochino liquida. Anzi, più che liquida è leggera. Lo smalto non scappa da tutte le parti ed il pennello cosente un'applicazione ottima. Non c'è stato bisogno di ridefinire i controni e di ripulire le cuticole dallo smalto, dopo. La questione è che ho preferito stendere due mani corpose anziché tre sottili, ed il risultato è che le punte non sono perfette (me ne scuserete, vero?) e che l'opacità non è delle migliori. Vedete la ricrescita in controluce? Ecco.







Il colore è forse uno dei marroni che riesco a portare per più tempo, senza avere l'impulso irrefrenabile di afferrare acetone e dischetti e togliere tutto. È una questione di testa. E pensare che alle mozzarelle come me sta benissimo il marrone scuro. Sigh.
I tempi di asciugatura sono veloci, ma, al solito, attendete che lo smalto sia asciutto prima di passare alla seconda mano, o correrete il rischio (sicuro) di portare via il colore. Donne avvisate.






La durata non è stata eccelsa. Colpa delle temperature termonucleari delle mie docce. Me ne rendo conto. Ma già il giorno dopo lo smalto ho iniziato a sfaldarsi. È venuto via a pezzi, e non avevo usato la base peel-off, ma la solita, banale 24/7 di essence.
Bah.



Ed anche oggi abbiamo portato a casa la giornata, vero?
Io vi saluto qui e vi auguro uno splendido fine settimana. Godetevi questo scampolo di primavera, che sembra abbia deciso di fare sul serio (e passò l'angelo e disse: "Amen!"...). Ma prima, fate un salto a trovare le mie amichette e a rifarvi gli occhi con i loro, di marroni. Trovate i link qui sotto.



(Because I'm easy come, easy go 
A little high, little low 
Anyway the wind blows, doesn't really matter to me, to me )

Acque pacate e dolci risate finché non ci rincontreremo





 

My Lovely Followers

Follow Me by Email

Google+ Badge

All Around The World