Skin Food Milk Cream Nail OR002 Mango Milk


Ed eccoci finalmente a domenica! Vista l'accoglienza che avete riservato a Corn Soup Milk, oggi vi propongo un altro smalto (ma va?), anche se la boccetta assomiglia ad un biberon in miniatura.
Lui è Skin Food Milk Cream Nail OR002, Mango Milk. Ed è uscito di produzione. GLOM.




Della Skin Food vi ho già parlato venerdì, quando vi ho mostrato Corn Soup Milk, che ho acquistato a Seoul. Dal tester sembravano mat. Anche la boccetta trae in inganno perché è satinata. E le luci del centro commerciale dove ho fatto acquisti erano davvero assurde. Una fregatura, dunque? No. No, perché se è vero che mi aspettavo un prodotto differente, è anche vero che la realtà mi soddisfa parecchio. Il nostro amico è una lacca. Una bella lacca color arancio tenue (mango, come dice il nome), molto retrò stile, senza luci, lucine e lucette. Eccovelo che arriva:



Bello vero? Cremoso, compatto, luminoso. Ultracoprente. Il risultato che vedete è stato ottenuto con solo due passate due di prodotto. L’impugnatura del pennellino può sembrare un intralcio al nostro lavoro di precisione, ed invece l’ho trovata molto più ergonomica di tante altre. Occorre solo fare delle prove su un pezzo di nastro adesivo per trovare la posizione più comoda, almeno questo è ciò che io consiglio con tutti i pennelli: prima di passare lo smalto, è sempre bene trovare la posizione migliore con cui usare il cappuccio, così da non creare pastrocchi di vario tipo. Come si fa? Semplice: si pulisce il pennello dello smalto in eccesso e si effettuano delle prove sul nastro adesivo ben teso, in modo da non sprecare prodotto. Un po’ come quando in profumeria le commesse gentili ci mostrano il colore di uno smalto, no?








Visto che l’ho chiamato in causa, eccovi il pennellino. È abbastanza lungo per poterlo manovrare agilmente. Non perde peli, non cattura polvere e altre schifezze e le setole restano compatte. Quindi, nessun pericolo che il pennello impazzisca e vi regaliate delle strisciate di colore sulle cuticole o sulle dita. Certo, l’impugnatura non è usuale, ma dopo aver trovato la posizione giusta, quella in cui state più comode, è uguale alle altre, in tutto e per tutto.





Ed eccovi nuovamente un’immagine della boccetta (quelle che vedete sono le radici della più vetusta delle mie Phalenopsis. L’altra, quella curva sulla sinistra, è la mia amatissima Dendrobium. Ovviamente candida più della neve).
Sembra mat, vero? Per fortuna che l’arancio mi piace e che non avevo un colore simile in archivio. Non è corallo, non è vermiglione, non è pesca, non è albicocca, non è mandarino. È esattamente il colore di una buona e fresca spremuta di mango. Il problema, adesso, sarà abbinarci un rossetto, visto che le tinte per labbra difficilmente hanno queste sfumature, ma pazienza. Non mi faccio certo scoraggiare da queste inezie, io! XD
Vi posto qualche altra bella immagine, con un colore così mi sono sbizzarrita.







E con questo close up con il fiore di un’altra Phalenopsis, vi saluto, augurandovi una buona domenica.
Acque pacate e dolci risate finché non ci rincontreremo

 

My Lovely Followers

Follow Me by Email

Google+ Badge

All Around The World