China Glaze Turned Up Turquoise (Neon) [HP]


Uno dei più grandi rimpianti del mio viaggio di nozze a Boston, oltre al tempo uggioso e piovoso e freddo, è stato che è durato troppo poco. Oltre allo scoprire che avevo dietro l'albergo (sorvoliamo...) due Beauty Supply. Due. Mica uno. Ho passato due settimane a cercare i China Glaze o-vun-que, in qualsiasi dannatissimo drugstore esistente tra New York e Boston, ma niente. Nada. Nisba. Il mio destino sembrava deciso. Mi sarei imbarcata alla volta dell'Italia con un discreto bottino di OPI, MA senza nemmeno uno straccio di China Glaze.
Poi, l'ultimo giorno, con le valigie già stipate fino all'inverosimile, scopro il misfatto. E mollato fuori l'amato bene ad attendermi, entro.
Avete presente il paradiso?
Non rende l'idea.
Scaffali PIENI, traboccanti, straripanti di ogni ben di Apollo (nella mia testa Apollo assomiglia a David Bowie, in versione glam.) targato Zoya, Finger Paints, China Glaze.
Avevo un ultimo slot a mia disposizione. E la freccia assassina (degna di Apollo) ha colpito lui, China Glaze Turned Up Turquoise (Neon).







Poiché io sono una mentecatta - sia messo a verbale - sapete quanto ho atteso prima di indossarlo per bene? Nel senso di stenderlo su una base bianca, due passate ed ammirarlo?
Cinque anni.
Al solito, pomodori a destra e carote a sinistra, grazie. E se vi avanza pure qualche cipolla e due coste di sedano...






Complice la Neon Week di Aprile, ho ritirato fuori dal cassetto questo cucciolotto bistrattato. Però non me la sono sentita di mostrarvelo il mese scorso, perché non è proprio neon. Di neon questo cucciolo tanto tanto speciale ha solo il colore. Che spacca, come Hulk. Spacca retine a più non posso e senza pietà alcuna. Senza decenza. Ma il finish, con quello shimmer opaco che resta, sempre, anche sopra ad una base bianca non è quella dei neon. È quella degli suede.






Sicuramente, uno smalto neon deve risultare sempre un filo opaco, una volta asciutto.
Di sicuro, uno smalto neon deve essere un punto di colore acceso, strazia retine e ben visibile.
Di sicuro, un neon non deve avere alcuno shimmer, ma deve essere un colore saturo al cento per cento. Invece, in casa China Glaze hanno avuto la bella pensato da aggiungere un luccichio (la luccicanza?!) di fondo alla tinta, sia in questo che in Towel Boy Toy. Il problema è che, a mio avviso sia chiaro, è troppo presente quest'effetto suède.
Poi, il resto sono chiacchiere.
Lui è stupendo.
Punto.






Il ragazzotto qui presente necessita di:
* una base bianco gesso, che ne faccia risaltare il colore;
* due passate di colore
* un velo di top coat mat, perché, come gli suède, tende a sfaldarsi, come una cipolla
Ma date un'occhiata alle foto e ditemi: non ne vale, forse, la pena?





 And that's all, folks!
Che ne pensate? Devo confessare che questo smalto mi era sembrato orrendo, quando ancora non conoscevo il trucchetto della mutanda bianca® e l'avevo provato da solo. Un pastrocchio di dimensioni titaniche. Per fortuna che c'è la rete!
Io sono innamorata di questo gioiellino. L'indicatore di felicità balza a quota 5+. Felicità Smodata!!
Lascio a voi la parola, anche perché sto per cedere nelle melensaggini moleste, e credo proprio che se mi mettessi a vezzeggiare questa boccetta, mi rinchiuderebbero a vita nel più vicino manicomio.
A voi la palla.
Lo spazio per i commenti è a vostra completa disposizione.
Acque pacate e dolci risate finché non ci rincontreremo






 

My Lovely Followers

Follow Me by Email

Google+ Badge

All Around The World