[Giardino d'Inverno]#10 Peggy Sage #324 Khaki Mat



Ultimo appuntamento con il Giardino d'Inverno! Ebbene sì, la brutta stagione è finita e si avvicina il bel tempo (l'Estateeee!!).
Il tema odierno l'ha scelto la nostra Silvia, ed essendo arrivata la bella stagione quale poteva essere se non un tema floreale?


Come al solito, le mie mani a banana hanno deciso di abbandonarmi sul più bello, e non avendo né modo, né tempo di creare qualcosa, perché ovviamente il sole è in sciopero oggi, mi limito a postarvi uno smalto matte.
Lui è Khaki Mat di Peggy Sage, il fratellino verde di Smoky Mat, la base dalla nail art sul basket, ricordate?
Si tratta di uno smalto verde oliva (almeno un colore che ricorda la natura l'ho beccato!), molto coprente, dalla formula stupenda e dal pennello perfetto, dalle setole lunghe e sottili. Qui vedete una sola mano di prodotto. Sì, avete letto bene. Quando lo si stende è lucidissimo, ma asciugando, diventa opaco, anche se ad essere sincera, è più simile ad un vinile. Devo ammettere che regge la prova del tempo molto bene. L'ho acquistato un annetto fa, gironzolando per caso in un negozio, ed è rimasto perfetto.
C'è poco da fare, gli smalti Peggy Sage sono di ottima qualità, e io non posso che parlarne con toni entusiastici. Magari fossero tutti così...






Uhm, forse una seconda mano di prodotto, a rivedere quest'ultima foto, ci sarebbe stata bene, dopo tutto. Pazienza, ormai è andata!
Prima di salutarvi e di ringraziarvi per aver letto fin qui (e di augurarvi un buon fine settimana), lasciatemi dire due cose.
La prima è che anche se Giardino d'Inverno finisce qui, non vi abbandoneremo, ma continueremo a proporvi nuovi appuntamenti, ogni venerdì. Non mi sbottono ancora, tenetevi la vostra curiosità (attenti ai gatti) e ci vediamo la prossima settimana per sciogliere l'arcano.
La seconda cosa, ultima ma non per importanza, è un grazie di cuore alle mie amichette che mi hanno accompagnato in questa serie di appuntamenti invernali. Senza di loro, Giardino d'Inverno non sarebbe stato lo stesso. Anzi, non ci sarebbe stato proprio! Un abbraccio enorme, fanciulle, e grazie ancora.
E siamo ai saluti.
Spero che i nostri smalti matte, textured, satin e via cantando vi siano piaciuti, spero che vi siate divertiti e che tornerete a trovarci. Io vi lascio con questa bella canzone, tornata in auge grazie all'ultimo film di Ozpetek. Io la conoscevo nella versione lagnosa intimista di Cocciante, e devo dire che gli preferisco questa. Scusa, Ricca'. Nulla di personale.



Acque pacate e dolci risate finché non ci rincontreremo


 

My Lovely Followers

Follow Me by Email

Google+ Badge

All Around The World