[EuRoPe] #4 Greece - Frankie ♥ Nausicaä





Finalmente è venerdì e posso tirare un sospiro di sollievo e tornare a scrivere in italiano!
Sono contentissima di riuscire a scrivere dei post completi in inglese (fantasioso, d'accordo, ma per me che non l'ho mai studiato è un mezzo miracolo arrabbattare quelle due frasi due di senso compiuto, anche se gli errori fioccano che è una bellezza!), ma in italiano mi sento molto più sciolta e libera. Sapevo che la 31 Day Challenge fosse tosta, ma non avrei mai creduto così tanto...
Torniamo a noi! Oggi è di scena EuRoPe il nostro viaggio attraverso i paesi del Vecchio Continente, per cui salite in groppa al somarello e fatemi compagnia lungo la strada. Oggi ce ne andiamo in Grecia! Gnothi s'autòn!


TGIF and I can return to italian too! I'm very happy to be able to write some posts in english (ok, I make some spelling mistakes and my english is not correct, but I didn't study english so for me it's quite a miracle put some words together and create a post, even if I do many grammatical errors!), but I'm free as a bird when I post in italian. It's like a breath of fresh air. I knew that the 31 DC was very tough, but I didn't expect the Spanish Inquisition it could be SO hard!
Good grief!
Today it's EuRoPe time, so let's straddle on the back of a donkey and follow me through the dusty and sunny roads of Greece!
Gnothi s'autòn!



Come vi accennavo ieri, ho ripreso a realizzare dei franken. I franken(polish) altro non sono che smalti assemblati in casa, con quello che noi tutte abbiamo a disposizione: vecchi smalti, ombretti, pigmenti, fard, smalti trasparenti, glitter... Alcuni anni fa andava per la maggiore crearsi il proprio smalto personalizzato in casa, specie tra le ragazze americane ed alcune di loro hanno iniziato così, prima di creare dei veri e propri marchi indie. Frankie, il nome che per scherzo ho dato ai miei franken, non è un marca indie perché le mie creazioni non sono in vendita, anche se confesso che è divertentissimo pastrocchiare coi colori! Mi sembra di essere tornata alle medie, ah, ah!
Lo smalto che vi propongo per la Grecia si chiama Nausicaä, ed è uno smalto dal finish textured. Onestamente, non so come sia uscito fuori, nel senso che si è trattato di un clamoroso esperimento (di cui non ho annotato tutti i passaggi, al solito mio!) utilizzando uno smalto trasparente ed un ombretto che non scriveva più.
L'ombretto in questione è Collistar Mistero d'Oriente, un bellissimo turchese che risale all'Anno di Grazia 2000. Purtroppo, non scriveva più, così ho raschiato via alcuni millimetri (e adesso scrive che è una bellezza!!), li ho versati all'interno di una boccetta vuota, ho aggiunto uno smalto trasparente, dei glitter e dei pigmenti olografici della Wet'n'Wild, ho agitato bene gridando "Per il potere, l'onore, la bellezza di Greyskull!" e l'ho lasciato a macerare quelle dodici ore che occorrono. Quando mi sono fatta coraggio ed ho visto cosa diamine fosse uscito fuori, eccoti la sopresa!
Uno smalto textured di color ceruleo! Anzi, paurosamente simile al Placid Blue della Pantone!!
Oh, gaudio! Oh, gioia!
Usare gli ombretti garantisce un finish mat grazie alla mica presente, d'accordo; ma non credevo che sarei riuscita a creare una cosa simile.
L'ho chiamato Nausicaä, come la principessa dei Feaci che ritrova Odisseo sulla spiaggia nell'Odissea, perché Nausicaä è il nome più bello del mondo e perché questo smalto ha l'azzurro dell'Egeo e la spuma bianca dello Ionio, che sono poi i due colori della bandiera greca, il bianco ed il blu.
Sì, lo so che è un po' tirata per i capelli, come spiegazione, ma siate comprensivi, suvvia!
Non credete che il nome Nausicaä si adatti alla perfezione a questa sfumatura?
Ditemi di sì e fate contenta questa povera pazza!
Prima di annuire convinti, e di chiamare il manicomio per dire loro di preparare la solita stanzetta - quella accanto al Joker, dite; loro capiranno - vi ricordate di fare un salto a trovare anche le mie amicicie di boccetta? Noi ci rivediamo venerdì prossimo con un altro appuntamento di EuRoPe! Vi aspettiamo!

Acque pacate e dolci risate finché non ci rincontreremo















When I discovered my nail polish addiction, I also discovered the franken polish world. Franken(polish) are those nail polish we make mixing nail polishes with eyeshadows, blushes, pigments, holopigments, glitters, etc etc. I started again to create my own franken polishes and I call them Frankie, as I have explained to you yesterday. Today I want to share with you the first franken I made after years. It's an happy experiment using an old eyeshadow (Collistar Mistero d'Oriente, from the Summer Collection of 2000, a gorgeous turquoise blue that I can't use anymore because was too old), clear nail polish, glitters and holo pigments (from Wet'n'Wild). I filled an empty bottle and I shooke it very well (screaming, as usual, "By the power of Greyskull!"). After, I let it resting 12 hours, and when I saw the result i was SO happy. I created a textured nail polish in a cerulean shade! Or, at least, very similar to Pantone's Placid Blue!
Gosh, Batman!
I knew that eyeshadows give a matt finish to our franken, because the mice into the eyeshadow's formula, but I didn't expect this.
I called it Nausicaä, after the daughter of Phaecians's King, Alcinoö of Scheria, that rescues Ulysses over the beach after his shipwrack (in Odyssey, Book XI). I think this name suits on this polish because I have established (LOL!), and because this shade has the blue of Aegeian Sea, and the white sprinkle of Ionian Sea, just like the grecian flag.
I know, this is not a good explanation, but I hope you will show me sympathy, don't you?
Before you call the asylum - and please, tell them I want my room, that next to the Joker's one - don't forget to take a look at my mates blogs! Links and board are below this frenzied post. Thanks for stopping by and have a good Friday!



0 commenti:

Post a Comment

Your comments feed my blog. Don't be shy!

 

My Lovely Followers

Follow Me by Email

Google+ Badge

All Around The World